Come far passare il mal di pancia da ciclo

con il riequilibrio energetico emozionale


Ecco una storia vera… ti ci riconosci un po’?

Il ciclo non ti da’ tregua. Mai, neanche una volta. E hai notato anche un’altra cosa, che nessuno ti ha saputo spiegare. Una fitta molto simile ai dolori mestruali ti si presenta anche quando il ciclo non ce l’hai ma… vivi determinate situazioni. Sempre le stesse, che ti scatenano determinate emozioni, sempre le stesse. E allora non te lo spieghi no. Quindi, di fronte all’inspiegabile, che fare? Come far passare il mal di pancia da ciclo… e non solo?

Magari provare con una via ad oggi – apparentemente – altrettanto inspiegabile, e vedere se qualcosa accade. Ecco come decidi di iniziare un piccolo ciclo di sedute di pranopratica. Il professionista del riequilibrio energetico una spiegazione invece te la dà. Ti dice che il tuo bacino – da quel punto di vista – “si sovrappone”, per così dire, al tuo bacino emozionale. Ti racconta che secondo le discipline orientali antiche non stupisce se dolori troppo forti vanno di pari passo con emozioni troppo forti, che non hai ancora ben capito come gestire. Non sai se è vero, non sai se è il tuo caso, sembra tutto un po’ strano, ma che ti costa provare a pensarci?

E così ci pensi. Man mano che le sedute proseguono, scopri che riesci a pensarci anche con più lucidità, con un po’ più di sano distacco. Provi a osservare quelle emozioni da fuori, anziché lasciartene travolgere da dentro. E scopri che nel tuo caso funziona. Poco alla volta lo stress associato a quelle situazioni disturbanti diminuisce, perché tu hai ripreso più controllo sulle tue re-azioni. E guarda caso, anche i dolori mestruali eccessivi o estemporanei diminuiscono in maniera proporzionale. Continuare le sedute non è più necessario. Il punto, ora, diventa continuare a prenderti cura di te e di come ti senti dentro, facendo del sostenere te stessa un’abitudine.

Come far passare il mal di pancia da ciclo con il riequilibrio energetico emozionale

Quella che ti ho raccontato qui sopra è la storia vera di una persona che ho seguito con un percorso specifico. Qual è il punto? Che la dismenorrea, i forti dolori mestruali, possono essere la conseguenza di un disturbo fisico, e la cosa va verificata in primis con un medico. Ma se visite ed esami hanno rilevato che non c’è nulla che non va dal punto di vista fisiologico, potrebbe valere la pena di guardare alla sfera psicoenergetica. E quindi, com’è che questo fa passare il mal di pancia da ciclo?

Hai notato che tutto ciò che ha dovuto fare la protagonista della nostra storia è osservare? Osservare come funzionava il suo corpo in parallelo alle sue emozioni? Ha scoperto cosa aveva il sopravvento su di lei e perché, semplicemente ascoltando se stessa con attenzione. Questo le ha dato modo di avere le idee più chiare e, di conseguenza, di poter scegliere. Se lasciarsi travolgere o trovare una nuova maniera per gestire meglio ciò che la faceva star male. E il suo corpo, nel suo caso, ha seguito la sua mente, allineandosi al nuovo stato di maggior benessere 🙂

Il riequilibrio energetico emozionale, in casi come questo, non fa altro che sostenere il processo, assicurandosi che tu abbia l’energia vitale necessaria per portarlo avanti. Questo è il motivo per cui si dice che le discipline bio-naturali accompagnano processi di autoguarigione. Senza bisogno di parlarne troppo.

Gli step

Per capire se i trattamenti olistici potrebbero fare al caso tuo, puoi rivolgerti a un professionista dedicato. Parlagli in breve del tuo caso specifico e chiedi di effettuare una valutazione energetica completa del tuo stato di equilibrio.

Io ad esempio a questo scopo utilizzo la pranoterapia oppure la biorisonanza olistica. In base a ciò che emerge espongo quale potrebbe essere il percorso di riequilibrio energetico da seguire. E se decidiamo insieme di procedere, iniziamo un piccolo ciclo di sedute che possano aiutarti a recuperare il tuo naturale stato di benessere. Pronti a valutare volta per volta come procede, in che modo e per quanto tempo continuare.

Spero che questa breve storia abbia saputo darti qualche spunto di riflessione utile! O anche solo una nuova idea per affrontare quel malefico dolore alla pancia con il tanto di spirito guerriero che basta 🙂🙏

Vuoi capire se anche nel tuo caso potrebbe aiutare?

Dai un’occhiata al percorso “Ritrovare Se Stessi”. Ci troverai qualche info, altre recensioni e i miei contatti per saperne di più senza impegno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su
X