Proattività: cos’è

(dal punto di vista energetico)?


Se cerchi il significato della parola proattività, spesso la troverai definita in primis come una qualità professionale, da spendere in ambito aziendale.

Ti sarà descritta, infatti, come la capacità di prevedere gli eventi, anziché di reagire agli eventi – e quindi, come una competenza nella pianificazione strategica. Ma non è solo questo. In un periodo storico si semi-paralisi come questo, voglio parlare di proattività in un’altra accezione, utile nella vita di tutti i giorni anche restando a casa. Parlo della capacità di scegliere le tue azioni con cura e consapevolezza, di agire secondo il tuo sentire e in maniera efficace per il tuo equilibrio. Pertanto, di saper evitare le azioni impulsive e poco produttive per te, ad esempio. Ma anche, al contrario, di saper gettare il cuore oltre l’ostacolo quando serve, e intraprendere quelle strade che stenti a imboccare per timore dell’ignoto, del giudizio, delle tue stesse convinzioni.

In questo senso, parliamo di una delle funzioni energetiche più importanti del nostro Manipura chakra, il centro del plesso solare. Anche stavolta sarà necessario fare un piccolo passo indietro… Ma sarò breve, perciò, per saperne di più, ti consiglio la lettura dei due capitoli precedenti dedicati allo stress ai tempi del coronavirus (e non solo). Ma anche alle risorse che puoi risvegliare per gestirlo meglio: finora abbiamo parlato di Fiducia e di Creatività. Troverai i link in basso, subito prima della meditazione guidata per ricontattare l’Energia… della tua Proattività. E ora, entriamo nel merito.

Riassunto delle puntate precedenti 🙂

Finora abbiamo capito che la Paura è funzionale quando ci mette in guardia da un pericolo reale, e ci fa agire di conseguenza. Ma se si accumula ed eccede nella sua funzione, rischia di paralizzarci. Per bilanciare questo eccesso di Paura, abbiamo bisogno di nutrire dentro di noi la Fiducia: fiducia in tutto ciò che riteniamo possa meritarla, ma anche nella nostra capacità di reagire e trovare risorse. Parlando di questo, abbiamo tirato in ballo l’equilibrio del nostro primo chakra.

Nutrendo la Fiducia, sblocchiamo una seconda, importante risorsa. Si tratta della Creatività, la capacità di trovare nuove soluzioni, cambiando o ampliando il punto di vista sulle cose. E mantenendo, quindi, la mente in movimento, anziché fissata sull’osservazione del problema. A questo proposito, abbiamo invece chiamato in causa il  secondo chakra. E qui ci fermeremo un attimo, prima di ripartire per la prossima stazione.

Dicevamo infatti che ogni chakra presiede – energeticamente parlando – a determinate funzioni psico-emotive, oltre che fisiologiche. E che per quanto possano apparire diverse e talvolta diametralmente opposte – come Paura e Fiducia -, queste funzioni in realtà sono come sfumature di uno stesso colore. Variazioni di Energia all’interno di un preciso range di vibrazioni e frequenze. Quindi, l’Equilibrio di una di queste diverse funzionalità tende ad avere un impatto su tutte le altre. Al livello del secondo chakra, questo implica che la tua capacità creativa si relaziona direttamente – tra le altre cose – con i tuoi bisogni, i tuoi desideri e… il tuo bacino inconscio, che qui definiamo bacino non a caso 🙂

Bisogni e Desideri: voci della Paura e dell’Istinto

In effetti, il secondo chakra si colloca all’incirca in corrispondenza del centro del bacino, ed è – da un punto di vista psicoenergetico – il tuo grande contenitore sia emozionale che inconscio. Nonché il contenitore, e se ci pensi è logico, in cui prendono una prima forma i tuoi bisogni e i tuoi desideri. Le tue emozioni dipendono molto anche dall’inconscio, ne divengono la voce là dove la mente non riesce ad arrivare. E proprio a partire dalle emozioni che provi, nei confronti di cose, persone e situazioni, partorisci i tuoi desiderata e metti a fuoco le tue necessità.

Ora, uno sforzo di immaginazione: abbiamo detto anche che l’Energia scorre, e che ogni onda, ogni informazione che sale o scende lungo la nostra corrente interiore si trasforma in un’altra… Paura eccessiva in Paralisi, Fiducia equilibrata in Creatività… Quali bisogni e desideri emergeranno in te, a partire da una prospettiva di pura paura, rifiuto e mancanza?

Naturalmente, quelli strettamente correlati alla tua sopravvivenza e soddisfazione individuale. O che credi tali… perché alcuni sono essenziali, ma non tutti, in ultima analisi, si riveleranno poi così funzionali. Il bisogno di immobilizzarsi davanti alla tv per non perdere neanche una notizia sul contagio, ad esempio, in realtà non aiuta né il corpo, né la mente. Se ci pensi dopo un bel respiro, per rimanere aggiornati sui fatti non c’è un bisogno concreto di paralizzare la propria vita, in attesa di ogni singolo calcolo. Prova a pensare ad altri esempi, presi dal tuo nuovo quotidiano, di bisogni che senti ma che in realtà… non sono così essenziali o funzionali per te. Serve a riguadagnare una visione lucida.

Bisogni e Desideri: voci dell’Anima

Per contro, assumono un colore del tutto differente i bisogni e i desideri che emergono in te da una prospettiva bilanciata tra Fiducia e Consapevolezza. Una prospettiva che mantenga attenti, ma anche flessibili e creativi. La voglia di aprire le finestre e far entrare il sole. Di seguire la zumba online per fare movimento anche in casa, se proprio non si può fuori. Il bisogno di parlare con persone di fiducia, condividere i tuoi timori e speranze e dar loro voce – e lasciamelo dire: contrapposto al bisogno di dire per forza a tutti gli altri cosa dovrebbero pensare o fare in questo momento, che è un’altra cosa…

Ma anche la spinta a capire come promuovere meglio in futuro un’attività, ferma in questo momento, ad esempio. O come differenziarla, per incontrare richieste future e diverse, che si sono profilate con il grande stravolgimento del 2020. Il bisogno di liberare la casa dalle vecchie cianfrugliaglie, per renderla più accogliente e ariosa, ora che ci passi tanto tempo. O di provare finalmente a meditare, se non hai mai trovato il tempo e lo spazio. Il desiderio di fare una torta, di capire come passare meglio il tempo in famiglia… Qualunque sia il tuo caso, le piccole e grandi cose di cui hai bisogno davvero, nel profondo, emergono da questa base. E le idee creative sono la scintilla che ti spinge a tradurle in azione.

Bisogni e desideri danno direzione alla Creatività… e si sa, Volere è Potere

Ecco come nasce la Proattività, ovvero il metterti in moto con azioni davvero utili ed efficaci, per te e per chi ti sta intorno. In un certo senso, la Proattività è quindi ciò che può scongiurare un agire troppo impulsivo o compulsivo, poco ragionato e potenzialmente rischioso. Ma anche, al contrario, quel mentale rimuginare che spesso ti frena, e non ti permette di fare ciò che realmente vorresti.

La Proattività trae forza dal volere: voler soddisfare i bisogni prioritari, voler realizzare i desideri importanti. Volere è qualcosa di istintuale, ma quando sposa i bisogni e i desideri che vengono davvero dall’anima, alimentato da Fiducia e Creatività, ti fornisce quel potere personale di cui tutti vanno parlando. Un’Energia che prende forma nel tuo terzo chakra, lo stesso che gestisce l’energia associata al tuo senso personale di capacità, al sentire di poter fare. Lo stesso che imprime una direzione precisa al tuo agire, trasformandolo in progettualità. “Volere è potere“, in quest’ottica, di fatto significa questo.

Quindi coltivare la tua Proattività, ricontattare questa Energia in te per capire dove la tua anima desidera che ti orienti, è estremamente importante in tempi in cui ci sentiamo tutti un po’ impotenti. Ti permette di riconquistare dentro uno spazio che percepisci di aver perso fuori: quello spazio di potere personale che nessuno può portarti via. Quello spazio entro il quale riesci, puoi e devi agire concretamente per preservare il più possibile il tuo Benessere.

E anche stavolta, ecco in fondo la meditazione guidata per ricontattare questa tua facoltà innata. Ti auguro buon viaggio, e che possa esserti utile per sentire dove è orientato, ora, il tuo volere, e quindi… il tuo Potere.

PS: sai cosa limita principalmente – sempre dal punto di vista energetico – la tua proattività? E’ il cosiddetto Demone del Terzo Chakra, ovvero… la Vergogna! Se vuoi approfondire, ti lascio questo video:
Clicca PLAY a sinistra e… buona meditazione!
Musica: Peace of Mind by Kevin MacLeod Link: https://incompetech.filmmusic.io/song/4199-peace-of-mind License: https://filmmusic.io/standard-license

Vorresti essere più Proattivo/a?

A volte non c’è bisogno di parlarne. Anche il riequilibrio energetico può aiutarti a stimolare le tue risorse interiori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su
X